Simona - 13/08/2015

Salve sono Simona ho 30 anni ed anch'io ho avuto un'esperienza non felice come a molte altre è successo ... Sapete , non pensi mai che possa succedere a te , senti storie racconti di notizie in tv ma pensi che a te non possa capitare ed è per questo motivo che non ho reagito alla notizia del medico di turno in pronto soccorso ostetrico. Come se sapevo già cosa mi dovesse dire.... solo un gran pianto strozzato e un groppone allo stomaco.... Ma partiamo dall'inizio ...Io e mio marito ci siamo sposati nel 2007 e un paio di anni dopo abbiamo cercato il primo figlio gravidanza arrivata subitissimo e con altrettanta velocità Si è spenta a 7 settimane ... un anno dopo stessa storia ma erano 11 settimane e ho fatto il raschiamento. sei mesi dopo stessa situazione aborto spontaneo a 5 serrimane e dopo alti 4 mesi di nuovo aborto e raschiamento a 9 settimane... inutile dire che non ci credevo più ormai avevo alle spalle 4 aborti in 3 anni credevo di non farcela più e decidemmo non cercare per un po .Ma all'improvviso rimasi di nuovo incinta e finalmente questa volta con le dita incrociate cerco ardentemente di superare il primo trimestre (per me muro insormontabile ) e poi tutti dicevano "una vota passati i primi tre mesi puoi stare tranquilla !". Mai parole più sbagliate. Gravidanza tranquilla, fisiologica, perfettamente nei regimi; facciamo la morfologica e scoprimmo che era una femminuccia e decidemmo di chiamarla Mia . La sua nascita era prevista a fine Novembre ma a settembre il giorno del mio compleanno alla 30 settimana mi sveglio e Mia non mi saluta come al solito coi suoi calcetti penso che dorma e aspetto ma poi mi viene un dubbio... la stuzzico ma non reagisce e allpra mi viene un po di paura e corro al pronto soccorso mi mettono a fare il tracciato e immediatamente senza spiegazioni mi fanno andare nello studio a fare l'ecografia e io guardavo impaurita il monitor ma non capivo nulla poi si avvicinarono il medico e l'ostetrica e mi trattennero le gambe e le braccia e li mi dissero che lei era morta . Il mio mondo sparì mi sentii intrappolata nella disperazione e non reagì solo un pianto strozzato. Ero ancora sola all'ospedale e dovetti interrompere la mia sofferenza per chiamare i miei cari e mio marito e prepararmi per il ricovero. Poi iniziò il travaglio con induzione e il giorno seguente il 12/9/12 nacque o quasi la mia Mia. meravigliosa dolce e con il visetto sereno sembrava dormisse e io ero felice di stare con lei ma poi la dovetti lasciare andare. la prima volta che la vidi fu pure l'ultima. ...in seguito autopsia e indagini su di me non emerse nulla dissero che fu solo una fatalità. Due mesi dopo rimasi incinta di mia figlia Melissa che oggi ha due anni e dieci mesi dopo melissa rimasi incinta di Ambra che ha sei mesi. mai gioia fu più grande finalmente la felicità è arrivata anche da me ma la morte di un figlio ti spinge alla follia della mente e del cuore e anche se è passato un po di tempo dal quel giorno vivo la vita godendomi le mie tanto desiderate figlie ma con un retrogusto un po amaro.



Privacy Policy
Ultimo aggiornamento:martedì 1 agosto 2017