Raffaella - 03/11/2010

Ciao, mi chiamo Raffaella, sono sposata con Federico da cinque anni ed il 12 settembre 2010 è nata SVEVA, il nostro angelo…

A Febbraio scorso scopriamo di aspettare un bambino, tutto procede a meraviglia a parte qualche fastidio i primi tre mesi…analisi di routine sempre nella norma, ecografie sempre perfette, comprese morfologica e flussimetria….

A Maggio scopriamo che a fine Ottobre una principessa entrerà a far parte della nostra vita….così cominciamo ad arredare la sua cameretta, a dipingerla di rosa, a comprare un sacco di vestitini, cominciamo a vivere solo per lei….eravamo felicissimi dell'imminente arrivo di Sveva, il papà le parlava spesso, tutte le sere metteva la crema sulla mia pancia per avere un contatto diretto con lei, dolcemente dava dei colpetti e lei prontamente rispondeva….

Ci ha regalato delle emozioni bellissime, uniche, abbiamo giocato molto con lei…ci sentivamo talmente forti da pensare che niente e nessuno avrebbe potuto distruggere la nostra immensa felicità…ma così non è stato ... il 9 settembre non mi sveglio con i suoi soliti calcetti, mi alzo dal letto e faccio le cose che ero solita fare ma ancora non sentivo la mia piccola muoversi, cercavo di convincermi che forse stava dormendo ma dentro di me sapevo che c'era qualcosa che non andava….ero li sdraiata sul divano con le mani sulla pancia nell'attesa di un piccolo segno, la chiamavo ma lei non rispondeva…mi sentivo così strana….

La sera Federico, come tutte le sere, mette la crema sulla mia pancia e gli sembra di aver sentito Sveva muoversi, così cerca di tranquillizzarmi e di  farmi stare un pochino più tranquilla….

Il giorno seguente la mia pancia ancora era immobile, la sentivo rigida e così decidemmo di andare in ospedale, ci accoglie l'infermiera la quale mi fa sdraiare sul lettino per fare l'ecografia…. mette l'ecografo sulla mia pancia e non dice una parola, vedo il volto di Federico impallidire e quell'immagine immobile della nostra piccola sul monitor….No, non può essere vero, non può accadere all'ottavo mese di gravidanza,

la nostra Sveva non c'era più……ci crolla il mondo addosso, viviamo un incubo, i giorni più brutti e strazianti della nostra vita…

mi ricoverano, dovevano farmi partorire….mi hanno indotto le contrazioni con il gel per due giorni ma il mio utero non si era allargato minimamente, dopodiché hanno usato un'altra cosa, di cui non ricordo il nome, che mi ha provocato delle contrazioni ma molto lievi…alle 19. 53 del 12 settembre decidono di farmi il parto cesareo con anestesia totale e quindi non mi permettono di vedere la mia bambina…la quale però è stata portata al suo papà che anche se per poco tempo l'ha stretta a se facendole sentire tutto l'amore di cui è capace!!!

Vedo la foto, è una bambina bellissima, con tanti capelli neri, sana dalla testa ai piedi pesava 2 kg ed era lunga all'incirca 50 cm.

L'esame autoptico non ha rilevato nessun problema, la morte è stata causata dal cordone ombelicale….Sveva aveva un giro di cordone intorno al collo e tre intorno alla gamba!

Sono passati quasi due mesi e non c'è giorno in cui io non pensi a lei, in cui non pianga e mi disperi, in cui non mi faccia una miriade di domande senza trovare risposta…Con lei è morta una parte di me!!!

Vorrei continuare a scrivere per ore…raccontare quanto odio ho dentro,quanto dolore, quanta rabbia….

Per ora vado avanti con l'immenso amore di mio marito, che è un uomo straordinario, e con il pensiero che Sveva è un bellissimo angelo che ci protegge e che resterà sempre accanto al suo papà Federico e alla sua mamma Raffaella.

Mi auguro che Sveva sia insieme ai vostri figli in un posto meraviglioso fatto solo di gioia e amore, lontano da questo mondo fatto di ansie e di paure e che un giorno potremo abbracciare i nostri piccoli angeli e dirgli quanto li amiamo.

A Sveva con tutto l'amore possibile

Raffaella



Privacy Policy
Ultimo aggiornamento:martedì 1 agosto 2017