Ambra - 24/05/2010

Ciao sono Ambra, ho 22 anni ed abito a Imola.
Questa Ŕ la mia storia:ho una bellissima bambina di quasi 3 anni e quando a settembre scorso io e mio marito abbiamo scoperto questa gravidanza eravamo felicissimi. Tutto procedeva a meraviglia, esami e visite erano perfette ed al quarto mese abbiamo scoperto che era un maschietto, mio marito Ŕ impazzito dalla gioia. Poi la mattina del  21 marzo scorso mi sono svegliata in un lago di sangue ... a 31 settimane un distacco di placenta improvviso, la corsa al pronto soccorso, in macchina la disperazione e mio marito che
mi consolava diceva di non preoccuparmi che al massimo avrebbe dovuto passare qualche giorno in incubatrice, ma io sentivo che qualcosa non andava ma non avrei mai immaginato che il suo cuoricino avesse giÓ smesso di battere. All'arrivo in ospedale il cesareo urgente, 2 giorni di incoscienza e al mio risveglio la mia pancia era vuota, nessuno mi diceva nulla ma io avevo giÓ capito che il mio piccolo non ce
l'aveva fatta, e in pi¨ mi hanno asportato l'utero per fermare l'emorragia, quindi oltre all'enorme perdita di mio figlio c'Ŕ anche il fatto di non poter dare un fratellino alla mia piccola.
Ho amato il mio piccolo immensamente dal primo momento che ho saputo che cresceva dentro di me, l'ho visto per pochi minuti, al funerale, le sue manine perfette e quel visino che tanto assomiglia alla sua sorellina, ho sfiorato il suo profilo che tanto avevo visto nelle ecografie ma poi ci hanno separato di nuovo e questa volta per sempre.

E' un dolore troppo grande per vivere ... si sopravvive ... ci si sforza di farlo ...mi manca il mio piccolo Daniel e niente e nessuno potrÓ mai colmare il vuotoche ha lasciato nella mia vita ... 



Privacy Policy
Ultimo aggiornamento:martedý 1 agosto 2017