Alessia - 18/07/2008

Buonasera,

sono Alessia e a malincuore sono qui a raccontare la mia esperienza ancora tanto fresca....
Proprio 7 giorni fa, l'11/07/2008 la nostra Sofia ci ha lasciato a 27+2 portando un dolore talmente forte nella nostra vita che ancora oggi non riesco a parlarne con nessuno...
E' iniziata come una gravidanza che andava benissimo, nessun dolore, solo qualche nausea iniziale ma niente di piu'....cresceva bene, anzi, al contrario il ginecologo nn riusciva quasi a prendere le misure per la sua tanta vitalita'..
Poi, una sera dei dolori al basso ventre, del liquido che fuoriesce e subito di corsa in ospedale per fere un controllo, ma i dottori mi assicurano che va tutto bene, sentono il battito e il liquido non era nient'altro che un fattore naturalissimo con il caldo di questi giorni...
Torniamo a casa tranquilli e tanto sollevati dalla visita, la nostra Sofia sta bene.
Da quella sera pero' qualcosa e' cambiato, i calcetti tanto accesi non si sentivano piu' sentivo solamente dei movimenti che mi rendevano la pancia molto dura e, vista la mia ignoranza, pensavo fosse lei in una posizione tale che era impossibilitata a scalciare...
Ma mi sbagliavo perche' dopo alcuni giorni la situazione rimaneva sempre quella, nessun calcio ma questi strani movimenti...allora di corsa mecoledi' scorso andiamo in ospedale per verificare che andasse tutto bene e li la notizia che il cuore di Sofia nn batteva piu'.
E' stato il momento piu' brutto della nostra vita, ho visto gli occhi di Simone spegnersi in un buio profondo e li ho capito che era tutto vero, nn era un incubo, la nostra bambina era dentro di me senza vita.
Dopo 2 giorni di parto indotto venerdi' 11/07 alle 07.43 del mattino ho partorito Sofia, la bambina che abbiamo tanto desiderato e la bimba che aveva gia' tante persone che le volevano bene intorno, ma soprattutto 2 genitori che l'amano come se fosse qui con noi e che sono sicura rimarra' neinostri pensieri per sempre.
Insieme io e Simone abbiamo voluta vederla ed era bellissima con la sua faccina rotonda e gia' i suoi grandi occhi proprio come quelli del papa' e i suoi capelli neri...
Era perfetta, dalla testa ai piedi.
Adesso vorrei cercare di rispondere ai miei tanti perche' , ai come Ŕ potuto succedere, a come potremo andare avanti in una situazione del genere, proprio quando tutta la nostra vita stava prendendo una piega stupenda, piena di gioia.
Perche' proprio lei che era piena di vitalita' e come Ŕ possibile che accadano queste tragedie, come potro' vivere sapendo che nostra figlia Ŕ morta, vorrei sapere se ha sofferto, insomma sono troppe le risposte che vorrei avere, ma nonostante cio' nessuno ce la porta indietro, nessuno.
In memoria della nostra Sofia, un angelo che in cielo corre felice con i suoi nuovi amici e che da lassu' ci guarda...
...amore mio TI AMIAMO, MAMMA E PAPA'.



Privacy Policy
Ultimo aggiornamento:martedý 1 agosto 2017