Francesca - 15/03/2006

Per caso ho scoperto questo sito, dove ho letto storie molto simili alla mia.

Nel giugno 2000 mi sono sposata e dopo tre mesi abbiamo cercato una gravidanza che è arrivata al primo tentativo! Non vi dico che felicità!!! Alla prima visita dalla ginecologa abbiamo saputo che la data presunta sarebbe stata il 10/6/2001, ed eravamo felici, già fantasticavamo che il bambino sarebbe potuto nascere nello stesso giorno del papà (il 15/6).

La gravidanza scorreva tranquilla e in maniera fisiologica e a fine gennaio, durante la morfologica, scopriamo che aspettiamo una bambina!!! La felicità è alle stelle, a giugno avremo ELISA....

Passano i mesi, arriva la data presunta del parto e non succede niente.... Il 13/6, a 40+3, ho l'appuntamento per il primo monitoraggio, il tracciato dura un sacco, perché c'è una decelerazione del battito e la macchina non ha i parametri soddisfatti. Il primario chiama l'ostetrica x fare il giro delle visite in reparto e fa sospendere l'esame. Mi viene ripetuto dopo un'ora e mezzo: stesso copione...decelerazione e tracciato che non soddisfa i parametri della macchina. Per caso passa un medico che dice che la colpa è dell'ostetrica che ha posizionato male i sensori (!!!), dice di sospendere e tornare nel pomeriggio.

Alle 17 torno in reparto, ma la musica non cambia....decelerazione e tracciato che non finisce mai... Inizio ad avere la febbre (quasi 38) e mi si alza la pressione (160-90, MAI avuta così alta, sono stata ipotesa x tutta la gravidanza!!!)...un'ostetrica decide di farmi ricoverare.

Mi mettono in una stanza da sola e mi lasciano lì....nella notte parte il travaglio, dalla mezzanotte ho subito dolori intensi e ravvicinati ogni 3/5 minuti...alle 4 suono il campanello, viene un'ostetrica che mi visita e dice che il collo è ancora chiuso e le membrane integre e mi dice che è presto.

Alle 9 una mia zia (arrivata insieme a mio marito e mia madre) vede una ginecologa che conosce e le chiede di visitarmi...sono a due cm e vengo mandata in sala travaglio con mio marito.

Mi attaccano il monitoraggio ed il battito è rallentatissimo...circa 90 battiti per minuto...il ginecologo di turno dice che forse (!!!!!) è meglio fare un cesareo d'urgenza....ma l'urgenza andava vista il giorno prima....ormai è troppo tardi!!!!!!!! Elisa nasce così morta, alle 10:19 con due giri di funicolo intorno al collo ed uno a bandoliera.

La mia piccola adoratissima bambina....che nemmeno mi è stata fatta vedere (solo mia mamma e mia suocera l'hanno vista) ma che mi porterò dentro al cuore x tutta la vita!!!

Sono passati quasi 5 anni, ma non c'è ora del giorno in cui io non pensi a lei....

Dopo un mese dall'accaduto ci siamo rivolti ad un avvocato ed abbiamo iniziato un procedimento penale. Dopo le varie fasi preliminari, finalmente nel maggio 2005 è iniziato il processo vero e proprio...ci sono state già una decina di udienze ed è uno strazio ogni volta rivivere, riparlare e sentire quei maledetti che cercano di scrollarsi le colpe di dosso (4 medici sono stati rinviati a giudizio con l'accusa di omicidio colposo)....ma noi andremo avanti per lei, per la nostra piccola Elisa...se non abbiamo potuto darle la vita, dovremo fare tutto il possibile per farle avere almeno giustizia!!!!

Nel frattempo poi è arrivato il suo fratellino, Alessandro, nato il 14/09/02 che è la nostra gioia e la nostra forza....ancora lui non sa della sua sorellina-angelo...quando sarà più grande gli spiegheremo....

Un abbraccio a tutte voi,

Francesca

P.S.: Francesca ha dato la sua disponibilità per dare informazioni su eventuali procedure legali



Privacy Policy
Ultimo aggiornamento:martedì 1 agosto 2017